domenica 5 febbraio 2012

vagoni disperati – la sola

probabilmente non lo sai, ma in questi giorni in italia è nevicato.
anche la freccia delle risaie, che collega le mie campagne con la tentacolare milano percorrendo venti chilometri in una dimensione spazio-temporale indefinita e variabile, è andata a farsi benedire. oltre al ritardo consueto, l’altra mattina è comparsa una stalattite di ghiaccio sulla porta del treno. sì, va bene, è successo anche da te. ma da me era sulla parte interna della porta. ciapasü.
i controllori non si vedono da mesi. allora ho suggerito allo sportello della stazione di smettere di vendere biglietti e abbonamenti. “meglio – ho proposto – se a fine mese fate girare sui convogli il capotreno vestito da sacrestano con il cappello della questua. così ogni viaggiatore dà quello che si sente, se se la sente: due euro, una confezione di legumi, un rostro rompighiaccio”.
è una sola di linea. ma la sola, si sa, non viene mai da sola.
l’altra sera quella dei miei vecchi anfibi – che da quindici anni mi accompagnavano a ogni nevicata – mi ha abbandonato appena sceso dal treno. staccata di netto. e sono rientrato al monoloc zampettando su una scarpa e una calza (fracida).
rapido ma con l’andatura del dottor house.

la rubrica “vagoni disperati” è realizzata in collaborazione con trenord e calzaturificio jin yang.
a bordo delle vetture è consentito fare quello che ti pare. ma se ti scappa tienila: non siamo all’oktober fest.
il vagone ristorante non c’è e se ci fosse sarebbe gestito da gente che cucina come me.
scappatodicasa.com è un blog di servizio per lettori disperati (e, secondo ele, appassionati :)

18 commenti:

Maraptica ha detto...

Io proporrei un'altra idea, noi prendiamo il treno... loro ci pagano. Anche un pensierino, una ricompensa... x il coraggio :)
p.s. ma quindi circolano i treni a Milano? Ce la faccio a raggiungere la città senza passare a nuoto per i navigli?
E poi... le calzature yin e yang sono quelle bianche e nere che non ti fanno mai perdere "L'equilibrio?"
Questa è solo per intenditori...

gio ha detto...

che bell'hobby ti sei scelto su e giu dai treni con le scarpe rotte,
quante calorie consumi in un ora del tuo hobby? Gio

Melinda ha detto...

Nooooo, sto piangendo per i tuoi anfibi, so quanto ci tenevi e ci eri affeZZZionato. Ed ora come farai?!? Che avvolgerà i tuoi bei piedini per ripararti dal freddo e dal gelo?
Se vuoi ti mando i miei anfibi direttamente da Campobasso, li do al controllore del treno Bari- Milano (che passa per il Molise), tu però dovresti farti trovare in stazione :D

Ele ha detto...

Azz! Pure il lastrone di ghiaccio?Noi ne abbiamo alcuni nella porta della cantina in campagna..roba da film di Dario Argento,con annessi gatti neri (uno dei gatti,la femmina,è capace di mangiarsi una pantecana intera)...maraptica ha ragione,dovrebbero darci un premio al coraggio!Pace all'anima dell'anfibio. Quando un compagno di viaggi ci lascia è dura,molto dura.Se vuoi ti spedisco le taroctimberland,via elicottero della protezione civile,ce l'hai un posticino per farlo atterrare?altrimenti ti scaraventano il pacco in testa..Ah,no leggo ora che passa il bari-milano e melinda ci mette su gli anfibi..ok,allora io ti mando la caciotta di pecora dop e un fiaschetto di centerbe,così la prossima volta che viaggi in treno ti scaldi.

Spicy.Ginger.Ale ha detto...

Poveri anfibi :( Ora saranno nel paradiso dell'anfibio (perchè se ne spacca sempre e solo uno), a scarpinare felici. Trenitalia non mi manca per nulla. La mia linea non aveva le stalagtiti ma andava su un mono binario come nell'800. Se u trano andava in un verso, l'altro doveva aspettare che passasse. C'avevano pure il coraggio di farti pagare il supplemento rapido...

ele78 ha detto...

Mi candido per gestire il vagone ristorante!

Baol ha detto...

Guarda che i treni delle nord mi hanno avvisato che la prossima implementazione sarà la stalaGMITE direttamente sul sedile!

:)

Granduca di Moletania ha detto...

Io invece mi voglio candidare per quel posto vacante di sacrestano capotreno di cappello dotato. Vacca boia se mi piace l'idea: un ridotto e un ave maria.
E per scaldarsi, candele come se piovesse.

Un abbraccio.

metiu (casalingo disperato) ha detto...

ultim’ora: la “freccia delle risaie” delle 8:20, capitanata dal noto esploratore irlandese sir ernest shackleton, è arrivata da poco a destinazione presso la banchisa milanese.
nei vagoni è stivato il prezioso carico di ghiaccio destinato ai fabbricanti di mojito della movida meneghina. secondo il direttore del museo di storia naturale, nei cubetti delle ferrovie sarebbe conservato anche l’unico scontrino fiscale emesso da una locanda milanese nell’anno 1.562

metiu (casalingo disperato) ha detto...

maraptica, i navigli oggi non sono nuotabili ma pattinabili. mi raccomando non perdere l’equilibrio, proprio tu che sei un’intenditrice di equilibrio ;)

gio, infatti sono in formisssssima

melì, sui treni si trova di tutto ma i tuoi anfibi usati mi sembrano davvero troppo! eh eh eh. ti mando una carezza sulla buccia

ele, vedo che c’è un pienone sul bari-milano: caciotta, centerbe… spettacolo. contraccambio con gorgonzola on the rocks sul primo intercity in partenza.

spicy, oddio, quanti ricordi in coda sul mono binario… penso di averci passato un terzo della mia vita. tredici compleanni in tutto direi.

ele78, sì ma prima te la devi vedere con me e con i miei fornelli disperati a chi fonde prima il surgelato. fatti avanti!

baol, tanto viaggio sempre in piedi :)

granduca, fosse per me il posto sarebbe già vostro. mi chiedevo giusto stamane: nevica anche in moletania? e se sì, la neve è fredda anche lì?
umilmente vostro suddito,
marchesino delle schiscette

Annastella ha detto...

Wowwwwwwwwwww l'andatura del doc House????????? beh per me era taanto sexy quando camminava cosi' lungo i corridoi immacolati del suo ospedale.., non come da noi.., che a volte , nel pienone.., ti ritrovi a dover cercare il tuo ammalato da visitare.., lungo i corridoi.. appunto!
un po' meno sexy ..era la piazzetta che aveva in testa... :-(
ammosciante,,..............
immagino che ti avranno seguito in molte.., quindi.....fino al monolocale..... ^_* eeheheheeh

4icingonthecake ha detto...

Metiu ma di dove sei?? m sa che abitiamo abbastanza vicini :)

LadyGhost ha detto...

"probabilmente non lo sai, ma in questi giorni in italia è nevicato". Uffa. Ha nevicato ovunque, tranne che a Padova. E io avevo comprato i Moonboot foderati di pelo (ecologico) e invece li ho ancora chiusi nel loro bel sacchettuccio e mi sa che non li tirerò fuori. Uffy uffy. Devo cambiare città, mi sa. :(

Savannah ha detto...

dai consolati io ho fatto una caduta memorabile davanti a non so quante persone con i miei fantastici Ugg...che sfigata....bacini !!!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

annastella, l’ottimo gregory house ha il merito di aver sdoganato la barba incolta sul lavoro. che son quindici minuti in più di sonno la mattina, mica pippe. in effetti c’è traffico in questo periodo all’ingresso del monoloc tanto che ho dovuto mettere il numerino come dal panettiere: si è sparsa la voce che cucino bene.

ciliegina, prendo la linea milano-alessandria. mi riconosci perché al mattino dormo in piedi, oscillando pericolosamente e rischiando di cadere sui passeggeri seduti (bastardi) che salgono alla stazione prima. io lumbard, voi piemuntes, se ho capito bene. separati dalle acque al detersivo del ticino…

ladyghost, sei in buona compagnia: solo a padova e alle maldive non è nevicato nell’ultima settimana. ma tu i monboot mettili lo stesso, che ti frega. qui alle fermate dei mezzi pubblici tocca fare il tip tap per scaldarsi i piedi.

savannah, tutto bene? tranquilla, succede. anch’io ho fatto un volo leggendario un paio di inverni fa e non avevo gli ugg. ti dedico questo vecchio post:
http://scappatodicasa.blogspot.com/2010/09/un-uomo-vero-si-vede-dal-marciapiede.html
baci

Granduca di Moletania ha detto...

Mi chiedi se nevica in Moletania ? ma vuoi scherzare ????
Attualmente abbiamo il record di salto in alto congelato: abbiamo superato i tre metri alla fosbury.
Siamo rinchiusi in casa da ormai cinque giorni e i viveri cominciano a scarseggiare. Siamo stati costretti a mangiarci anche i fagioli della tombola e quindi non sappiamo più come passare il tempo.
Per il prossimo novembre è previsto un boom di nascite come non si è mai visto. Mi sa che dovrò spendere un mare di soldi per potenziare gli asili nido.
La pala eolica che da corrente a tutto il Granducato si è congelata e siamo anche al buio.
Però, se non altro, almeno il freezer dei gelati funziona ancora.
Taverniere, per me un bel ghiacciolo, che mi voglio riscaldare. :)

Un abbraccio

Lisa ha detto...

nooooo... prima la macchina e poi gli anfibi! :'(
mondo infame.

metiu (casalingo disperato) ha detto...

granduca, se servono truppe per spalare mandi un segnale. io c'ho bisogno di fare un po' di moto che l'inverno rattrappisce.
a presto!

lisa, guarda, infamissimo... :)