martedì 25 ottobre 2011

fornelli disperati – ne resterà uno solo

sono stato a cena da un altro senzafamiglia. un amico che ricordavo disabile culinario e sentimentale come me.
sulla prima voce, però, deve aver lavorato sodo perché mi ha presentato in tavola un ottimo arrosto con patate e un gelato fatto in casa mangiabilissimo.
a piatti spazzolati, ha confessato con candore che le ricette le aveva copiate passo passo da un noto, vendutissimo libro.
avanti così e rimarrò solo con le mie scatolette.
maledetta benedetta.

5 commenti:

Andy ha detto...

dai scappato di casa, se vuoi ti faccio un corso accelerato sui piatti base per una cena survival...

metiu (casalingo disperato) ha detto...

grazie andy, accetto con gioia.
poi ti dedico la nuova rubrica "fornelli disperati - survival".

Maffie ha detto...

Benedetta è la maestra di tutti noi!! :-) anche se ti dirò.. a me piace di più il marito, una sua telecronaca vale 10 telecronache rai!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

c’hai ragione cara maf. che cosa dire di quel tale che commenta la nazionale sulla rai e invece di pronunciare balzaretti dice boolzaretti?
credo anche che il marito della benedetta le ricette le stia testando tutte in prima persona, considerata quell’aria paffuta da criceto privato della ruota che ha ormai assunto.
alla prossima!
-m

metiu (casalingo disperato) ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.