venerdì 25 gennaio 2013

trattamento culinario obbligatorio: tre scappati di casa nella grande città


capita che io, il lamentela e il pigiama veniamo invitati nella grande città. motivo scatenante: una cena a casa di una spasimante del lamentela.
il parco ospiti della serata è notevole. sprofondati sui divani ci sono l’ex fidanzato della spasimante del lamentela, con sorriso stampato da mille canne su un lineamento che ricorda il divino otelma. al suo fianco due pischelli limonano col rifrullo. ti risparmio il resto della varia, stravaccatissima umanità.
passata un’ora, e constatato il deboscio irreversibile, intuisco che se non cuciniamo noi qua non si mangia. e ti ho detto tutto.
allora passo in veloce rassegna il mio ricettario disperato e la cosa più semplice che focalizzo è la pasta aglio, olio e peperoncino. “gli ingredienti ci sono”, assicura la padrona di casa.
peccato non avere a disposizione la mia performante dispensa, nella quale avrei potuto scegliere anche tra pomodori secchi sott’olio, cioccolato milka imbastardito coi tuc e nervetti dell’esselunga.
però, che trio di moschettieri del palato: il lamentela affetta l’aglio mentre io faccio bollire gli spaghetti; quindi il pigiama trasporta i piatti ricolmi ai divani. manca solo d’artagnan a scrostare le pentole col fioretto.
quelli sul divano, poracci, alla fine la sbobba se la mangiano pure. e con pochissime e comprensibilissime proteste, considerato che gli spaghetti come li faccio incollare io non li fa incollare nessuno.
più tardi, tornando a casa, ripenso alle virtuose parole di mia sorella quella volta che sopravvisse per miracolo a una cena da me: “se esistesse un equivalente per la cucina, saresti da proporre per un trattamento sanitario obbligatorio”. venitemi a prendere, se avete il coraggio. 

38 commenti:

Paòlo ha detto...

Io invece da quando vivo solo ho fatto progressi incredibili nella cucina: ci tengo alla salute delle mie papille e del mio stomaco :-D

Debora ha detto...

Potrei anche farlo.. Ma voglio darti delle dritte per far schiattare d'invidia i tuoi amici alla prossima spaghettata aglio olio e peperoncino: innanzitutto l'aglio non si affetta, ma si lascia vestito e va solo schiacciato. Il peperoncino va affettato sottilmente e il tutto va messo qualche minuto in infusione con l'olio sul fuoco. La pasta si scola a 3 minuti dalla fine della cottura, preservando rigorosamente l'acqua di cottura, la metti nella padella con l'infuso d'olio da cui avrai tolto l'aglio, e salti mescolando e terminando la cottura aggiungendo mestoli d'acqua di cottura. A cosa serve? Questo metodo si chiama risottare, significa far emulsionare l'olio con l'acqua ricca di amico della pasta, questa combinazione crea una cremina che penetra all'interno degli spaghetti creando la giusta viscosità e il giusto sapore.
Ti venisse il dubbio, la Maledetta Parodi nonc'entra nulla, solo trucchi del mestiere di un'amante della buona tavola!!
Prova, poi mi saprai ridire!!

Lapattipeppa ha detto...

Mmmhh i nervitt! Se poi hanno dentro cipolline cetriolini sono la morte loro. Davvero sono buoni quelli dell'esselunga? Devo provarli. Mmmm i nervitt. No, non mi sono sbagliata a scrivere, lo dico due volte...anzi tre Mmmmh i nervitt!

CirINCIAMPAI ha detto...

c'è qualcosa che mi sfugge...
Lei spasima per il lamentela (e ci siamo!) ma la cosa è reciproca?!?

No perché se sono in aria di inciucio lo spaghetto aglio (nemmeno scamazzato col pugno e basta, tagliato!!!) oGlio e peperoncino non ci sta.
E se poi te lo preparano i tuoi migliori amici...
ma a voi piace questa tipa?!?
o state cercando di eliminarla con armi chimicamente improprie?!?

Sara fatina ha detto...

Rifacendomi al commento quì sopra, anch'io ho qualcosa che mi sfugge: ma l'ex della spasimante che ci faceva lì? E il Lamentela non ha detto nulla??
Metiu, devi capire che la pasta va curata durante la cottura, se possibile ci devi parlare come si fa con le piante quando le annaffi, non puoi fare incollare gli spaghetti così!! :)

Valentina ha detto...

uh signur!!!! Ma che spasimante ha il lamentela!?!?!?! Vi invita a cena senza preparare cena?!?!?!!? Hey "Lame"...lascia perdere....
Metiu se gli spaghetti si incollano....basta tagliarli a fette e dire:"Ma come?! Non sapete che questo è il trend del momento??"....

Pier(ef)fect ha detto...

ma come fai incollare gli spaghetti?? li giri in pentola con la forchetta!?

Cristina ha detto...

Ecco, è esattamente di un festino così che avrei bisogno stasera!
(perchè ci si può addormentare sul divano con la bolla al naso, vero?)

metiu (scappato di casa) ha detto...


paòlo, grazie. mi dai una speranza, quindi. cambiare si può :)

debora, e qua sento la passione di “colori e sapori”! la parola “risottare” non la conosce neppure il correttore automatico di word: direi che sei pronta per master chef.
grazie mille, ci proverò. yes, i can :)

lapattipeppa, con cipolline e sedano come li vedi i nervetti? a me quelli del bancone gastronomia dell’esselunga non dispiacciono affatto.
ciao!

cincia, non v-oglio deluderti ma il lamentela è imperscrutabile sul tema. a occhio, per me, non corrisponde. io non mi pronuncio se non in presenza di un avvocato (che poi sarebbe il pigiama). ma vedremo che cosa ci riservano le prossime serate… scamazzate ;)
a presto!

sara fatina, me lo sono chiesto anch’io che cosa ci faceva lì otelma. ma la serata è stata buona per farci un film in stile almodovar, per cui direi che vale tutto.
da questa sera comincerò a parlare con la pasta e i relativi sughi: sentiti in colpa :D

vale, riferirò al “lame”, grazie per il consiglio.
per quanto riguarda lo spaghetto proverò con i corsi radioelettra per corrispondenza.
devo passare da te a studiare i pasticcini al cocco! :D

pier, è un segreto della mia maison che non posso rivelare. sappi, però, che il bostik non c’entra

cristina, direi che la pennica è obbligatoria. poi però ci pensa la mia cucina a tenerti sveglia tutta notte (abbracciata alla borsa dell’acqua calda e biochetasi a barili)
:)

Debora ha detto...

Con quel bonazzo di Cracco?
Ci farò un pensierino.. per ora mi accontento di coccolare i miei amici...

Elle lo Spirito ha detto...

"faccio bollire gli spaghetti" è bellissima, mi sono sganasciata sul divano, davvero, sembra un verbo attivo, invece li devi solo buttare, ed è l'acqua che li fa bollire, te possino Metiu, cosa non si fa pur di mangiare all'ora di cena!
La prossimo volta ordina dal cinese e fai pagare la padrona di casa, almeno se finisce male hai qualcuno da denunciare!

Blackswan ha detto...

Posso darti lezioni di cucina,se vuoi.A gratis ovviamente...:)
comunque,a parte il cioccolato, il nostro frigor si somiglia. Io tengo anche cipolla e fagioli sempre a portata di mano...per serate come quella che hai passato tu,movimentano, e non poco, l'ambiente :)

Lapattipeppa ha detto...

Copolline e sedano crudo ok ma i nervetti sottili sottili

Lapattipeppa ha detto...

...cipolline.

ciku ha detto...

l'aglio olio e peperoncino viene bbbona anche se la fai con la puzza di piedi, per dire. (per dire...)

Valentina ha detto...

grazie.... :) hai un posto in prima fila.... (come se ci fosse la folla...ahahah)

Mariella S. ha detto...

Direi che sei ormai pronto per un corso intensivo di cucina creativa ghghghghgh.
Io nell'acqua della pasta in cui non " la faccio bollire" metto un goccino d'olio; vedrai che non ti si incolla più.
Versione figa della ricetta: al momento di saltare e condire aggiungi del pan grattato che avrai fatto tostare da parte, calcola due cucchiai a persona.

PS: io i nervetti li adoro con cipolla e fagioli.
Bacio

Anonimo ha detto...

...e risi anche stavolta :D AnonimaMelensaAdorabileNullafacente

Melinda ha detto...

Sai qual è la cosa più bella dei tuoi post Metiu carissimo?
Che tu riesci con le tue parole a farmi vedere nitidamente l'immagine di tutto quello che succede!
Cioè io vi vedo davvero, come vedessi la tv :D
Sei grande! :*

metiu (scappato di casa) ha detto...


debora, brava, coccola i tuoi amici. tanto simpatia-cracco dura poco: a breve qualcuno gli romperà, giustamente, una pentola di acciaio inox in testa :D

elle, dici che gli spaghetti li devo “solo buttare”? nella pattumiera? me possino :D
ti lascio con alcune domande-giacobbo: ma se gli spaghetti si mettono nell’acqua che bolle, non bollono anche loro? la vita su marte è simile a quella che c’è nel mio frigo? perché i pizzaioli sono tutti egiziani?

black, ecco la soluzione a portata di mano: lezioni gratis di cucina. e io che pensavo dessi solo lezioni di musica.
a fagioli e cipolle aggiungerei il tonno, così per movimentare ancora di più l’ambiente :)

lapattipeppa, sottili sottili. aggiudicato!

ciku, proprio per dire, ok :D

vale, per i pasticcini al cocco si può anche fare un po’ di fila… ;)

mariella, tu voli alta, carissima: il pane grattato e tostato è come dare le perle agli scappati di casa (il proverbio è diverso, è vero).
faccio anche a te le domande-giacobbo: ma se gli spaghetti si mettono nell’acqua che bolle, non bollono anche loro? la vita su marte è simile a quella che c’è nel mio frigo? perché i pizzaioli sono tutti egiziani?
un abbraccio grande :)

anonimamelensaadorabilenullafacente, e anche ‘sta volta mi fece piacere e ti ringraziai… :)

melina, quindi se “tu ci vedi” vuol dire che siamo entrati ufficialmente nelle celebri visioni che popolano il tuo blog. son soddisfazioni, eh ;)
grazie di cuore per i complimenti
bazi

Ale-o ha detto...

Mi candido come d'Artagnan pulitore di pentole!

Mariella S. ha detto...

Se tu fossi stato napoletano avresti sicuramente "calato" la pasta, di certo non fatto "bollire" gli spaghetti, il segreto è solo questo.
E la vita nel tuo frigo mi spaventa enormemente, quanto l'idea che prima o poi su Marte potremmo andarci sul serio, ma per primo ci mandiamo Giacobbo.
Sui pizzaioli egiziani mi riservo di deliberare, forse perchè sospetto siamo napoletani travestiti.


PS: io sono campana e ho Napoli nel DNA. A scanso di equivoci.

Smack!

Alessandra ha detto...

criminal mais... ahahah.
leggo il commento qua sopra e mi permetto di autoinvitarmi a casa di Mariella.

La Betty ha detto...

bè mettiamola così, mejo du spaghetti attaccati che fare la fame sul divano con la "stravaccatissima umanità"...

kestress ha detto...

prova no? dai, almeno prova :)

http://www.libreriauniversitaria.it/ricette-casalinghi-disperati-balducchi-paola/libro/9788854127173

kestress ha detto...

prova no? dai, almeno prova :)

http://www.libreriauniversitaria.it/ricette-casalinghi-disperati-balducchi-paola/libro/9788854127173

Mariella S. ha detto...

Ale, tu non hai bisogno d'invito!
Vale anche per lo scappato di casa... ghghghgh
Portate il vino, rosso of course!

metiu (scappato di casa) ha detto...

ale-o, i lavori che non vuol fare più nessuno!
diventerai ricco, amico mio

mariella, grazie mille per le dritte: d’ora in poi “calerò” la pasta, costi quel che costi.
e visto che sei campana ti saluto con un din-don (perdona la battuta da oratorio che vince il premio bagaglino 2013. mi vuoi ancora bene?)
guarda che io e alessandra veniamo davvero a magnarti la casa!
:D

alessandra, il criminal mais da mariella lo porto io. tu pensa al vino, va’ :)

labetty, esatto. gli stravaccatissimi secondo me non mangiano neanche più, stravaccano e basta

kestress, cioè dovrei provare le ricette di questa paola balducchi? ;)

Elle lo Spirito ha detto...

No, non bollono, ma sono circondati dal bollore e cuociono dal nervosismo che li prende. La vita su Marte è un'utopia, il tuo frigo ha qualche speranza, prova a venderlo in un mercatino dell'usato, la sua vita sulla Terra migliorerà. I pizzaioli sono egiziani, perché l'Egitto è vicino all'Italia, se vieni a Berlino i pizzaioli sono tutti turchi, perché qui gli accordi internazionali sono altri, e la pizza è più esotica della cucina turca, grazie ai film americani sulla mafia di Little Italy. Se hai altre domande, prova a leggere i fondi della pentola.

metiu (scappato di casa) ha detto...

diventerò il solange dei fondi della pentola. grazie per la dritta ellina

Greis ha detto...

A gusti sono parecchio figlia della schifosa, la pasta incollata mi piace un sacco. E' vero, eh!
La prossima volta ti chiederò di prepararmi i tuoi famosi spaghetti, bro' :)
Bacio, dio quella canzone...piangooo!

metiu (scappato di casa) ha detto...

greis! trovi sempre il modo di reincarnarti, che bellezza.
sono contento che il digei scappato di casa funzioni ancora bene, quanto agli spaghetti in quanto fratello della figlia della schifosa... che te le dico affare?
:D

...Domani è comunque un altro giorno ha detto...

Metiu io mi dichiaro indomita e coraggiosa e voglio provare i tuoi fantastici spaghetti!

metiu (scappato di casa) ha detto...

e poi ci fai una recensione al tigì?
:D

Baol ha detto...

Lo dico a pochi (maschi)

come migliori la giornata tu, nessuno!

(si scrive un post insieme ché io son diventato di un lamentoso che non mi si regge?!)

metiu (scappato di casa) ha detto...

baol, sei troppo gentile. faccio semplicemente del mio peggio, come sai.
per il post in collaborescion ci sto e ne sarei onorato. ma non ti trovo affatto lamentoso: direi più che altro riflessivo, o sbaglio?

Baol ha detto...

Certo...ma anche girato di coglioni, in alcuni casi...

metiu (scappato di casa) ha detto...

si sente l'aria fin qua, baol!
:D