domenica 18 dicembre 2011

sono uscito a prendere una boccata d’arte

parigi. mezzanotte. un sognatore. la pioggia. quelle musiche. gli scrittori. le passeggiate. le battute che sembrano schegge. il romanticismo che non puzza di miele.
e hansel-va-un-casino-quest’anno che sembra un attore.
c’è in giro un bizzarro signore di settanta e passa anni che è ancora capace di venirmi a prendere con una macchina magica per portarmi dentro un cinema a prendere una boccata d’arte.
ho fatto bene ad aspettarlo, al solito posto.

6 commenti:

Melinda ha detto...

Anche io, anche ioooo!!!!!!! :)

Lisa ha detto...

Ernest ( Corey Stoll)
"Non scrivi mai bene se hai paura della morte. Io penso che l'amore vero, autentico, crei una tregua dalla morte... la vigliaccheria deriva dal non amare o dall'amare male e quando un uomo vero e coraggioso guarda la morte dritta in faccia come certi cacciatori di rinoceronti è perchè ama davvero con passione da fugare la morte dalla sua mente!" ciao MSC

Simona ha detto...

C'ero che io su quella macchina magica, e mi ha fatto sognare.
Fantastico...
Nella scena dove il protagonista e Adriana si scambiano il primo bacio, di notte sotto i lampioni... sono rimasta senza parole.

metiu (casalingo disperato) ha detto...

fantastico. direi, allora, che la macchina di woody era da cinque posti.

lisa, anche a me ha colpito quel passaggio. sarà che io i rinoceronti li caccio a mani nude.

Andy ha detto...

Mamma mia, che atmosfera poetica si respira in questo blog!
Sarà che l'ultimo Allen che ho visto è stato "Sogni e delitti" e l'ho trovato penoso...
Che dire? Andrò a vedermi questo film. Così almeno entro nel bagagliaio:)

metiu (casalingo disperato) ha detto...

bravo andy, però ti consiglio il portapacchi: più aerato.
alla prossima!