martedì 24 aprile 2012

scrivanie disperate – la parabbola dell’uomo ragno

ci sono giorni che vorrei mandare tutto a puttane. adesso, per colpa dello zio malato, tocca pure precisare: volevo dire “mandare tutto al burlesque”. ma poco cambia.
sono giorni che cominciano come questa mattina che mi sono alzato storto e il mondo fa di tutto per assecondare l’inversatura. per dire: riesco a non bruciare il caffè ma ho finito lo zucchero. il capo mi chiama sul cellulare alle 8.34. soprattutto, nel bagno dell’ufficio non scende l’acqua dal bidè.
non so te, io una sciacquata dopo il pit-stop ci tengo a darla. una giornata di lavoro culo-cagato la puoi affrontare solo se di professione fai tarzan e pulisci la gabbia dei leoni*(1). ma io, pur con un’intima passione per la natura, faccio un altro mestiere.
così, col bidè fuori uso, me ne sto lì appoggiato indeciso se far risalire o meno i calzoni in sede, quando mi viene la genialata: di gambe sono allenato, azzardo, e a scuola col quadro svedese me la cavavo benino. perché non tentare un bidé in sospensione nel lavabo?
allora metto un piede sulla tazza del water e l’altro sul muro, con una mano apro l’acqua e con l’altra gestisco uno shampoo per capelli nodosi che non so che cosa ci faccia lì.
e che dio assista l’uomo ragno dell’igiene intima.

circa dieci minuti dopo.
ti sto scrivendo deterso e senza fratture di rilievo. dio c’è, che mi serva da lezione.

il senso di questo post, o parabbola, si estrinseca nel fatto che il mio intestino percepisce oramai l’ufficio come la propria casa*(2): sarà che ci passo circa 12 ore ogni giorno che il protettore degli uomini ragno manda in terra?
e ciò significa che se mi capitano periodi di tappo non serve l’activia: la mia marcuzzi si chiama scrivania. varco la soglia del lavoro, giusto il tempo di accendere il computer e sento rombare il motore.

ah, buona merenda vista l’ora.

note a cura del comitato scientifico di scappatodicasa.com:

*(1): tarzan non ha mai pulito la gabbia dei leoni. il compito era affidato alla colf ucraina poli-laureata
*(2): l’affermazione è al solito approssimativa. in effetti il titolare del blog espleta con discreta frequenza anche tra le mura domestiche*(3)

note a cura di metiu scappato di casa:

*(3): vi pago per la supervisione scientifica dei contenuti del blog non per contare quante volte vado al cesso

e questa è la parabbola più bella che c’è: www.youtube.com/watch?v=-e0hpumo0qy


37 commenti:

Baol ha detto...

Il problema serio del lavabo, nel tuo caso, è stato il rubinetto, di la verità!

CoffeeGirl ha detto...

Sei un freeclimber dell'igiene intima! Sai, dovresti già ritenerti molto fortunato ad avere un bidet al lavoro (che al momento non funzioni è un'inezia).
Vorrei farti una domanda di fondamentale importanza: prima del tuo gesto estremo non hai pensato ad un ipotetico collega che dopo di te avrebbe utilizzato il lavandino per rinfrescarsi il viso? E' pur vero che molti colleghi hanno una gran faccia da c--o, ma questo è ai limiti dell'amebiasi! Ciao!

Maraptica ha detto...

Mo per natale ti mando un tir di salviette intime alla menta...
p.s. A Dublino un amico si faceva giornalmente il bidet nel lavandino 8che misurava si e no 20 cm), la ragazza con cui condivideva la casa poi faceva gli impacchi al viso... scoprire le rispettive abitudini e la loro conseguenzialità creò un gran polverone...

Cristina ha detto...

ahhahhaaa che spasso!
E fatalità vuole che quando ho letto "ah, buona merenda vista l’ora" stavo addentando l'ultimo morso di una crostatina (faccio molto anni '80 vero?) e la mano con l'ultimo boccone per un attimo è rimasta bloccata a mezzaria (manco a dire "'azz sono stata beccata")
A riprova che l'ufficio è diventato anche per me 'casa mia' (oltre al fattore C.. e non parlo di crostatina) ho qui:
- lo smalto per le unghie (molto clichè, lo so)
- una canottiera (hai presente il clima di questi giorni? caldo-freddo-caldo-freddo)
- il ricarica cellulare
- un peluche (nell'armadio eh, mica in bella mostra sulla scrivania )
- uno yogurt scaduto da mesi (che ogni tanto mi guarda dallo scaffale e mi dice "dai mi butti via?")
- tazza, cucchiaino, coltello, pallina per il tea (sì insomma potrei trasferirmi a vivere qui)
- e anche una crema solare (questa non la so proprio spiegare)

Comuqnue, per tornare sul pezzo, W il bidet in ufficio, sei un fortunello sai?!!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

dimenticavo (grazie coffegirl): c'ho pensato ai colleghi ma sfortunatamente quel bagno lo uso solo io. sono l'unico maschietto del piano :)
cerco un dizionario per capire cos'è l'amebiasi

Debby ha detto...

E ringrazia che è una temporanea interruzione di pubblico servizio, il guasto al bidet.. Mai provato qualche albergo dell'estremo nord italia e dell'estero? Lì il bidet è totalmente assente e all'appello manca pure un'ipotetica doccetta posta lateralmente al wc.. Lì è veramente un'impresa, credimi!!

ApeRegina ha detto...

Ma vai di salviettine.... Eh, ma poi, dirai, dove sta il divertimento? Il bidet in ufficio, mai sentito, io non posso tenere niente se poi i miei clienti se lo ficcano in bocca e non voglio andare in prigione....

Blackswan ha detto...

Condividiamo lo stesso momento di gioia.Io però,nemmeno ci arrivo alla scrivania.Getto tutto alla rinfusa ( tracolla,giubbotto,badge ) afferro la Gazzetta dello Sport e inizio la mia giornata.Con intensità,dal momento che per le successive dodidci ore non vivrò più un altro momento così bello.
PS : secondo me,era peggio se non fosse funzionato lo sciacquone del water.Hai voglia fare pulizia a secchiate :)

Pier(ef)fect ha detto...

io diciamo che se sono fuori ho il blocco XDpotrei starci tranquillamente ore, anche perchè se non è il bagno di casa difficilmente può fuoriuscire qualcosa...

MissValerie ha detto...

oh mamma Metiu (conoscendoti.. mi sembra stranissimissimo!) non ti credevo così atleta! ahahahahah cmq i miei rispetti.. se tutti gli uomini fossere puliti quanto te ci sarebbero meno schifezze umane in giro e ce ne sono.. azz se ce ne sono! =D

mattada.. ha detto...

e secondo te con che post potevo tornare dopo un periodo di .....
ciao mat
mdsl

Ele ha detto...

Il bello dell'essere alti..a me ci vorrebbe lo sgabello..Io,vado in giro con le salviettine eco: pratiche,comode.Esistono anche quelle che si gettano nel wc.Previo assicurarsi,ovvio,che lo sciacquone funzioni.
@Black: cavolicchi a me è capitato,per fortuna c'era il secchio..e ora, a distanza di tempo, ho capito perchè i colleghi l'avevan messo lì..

Elle ha detto...

Bah, ma usa le chilly al mentolo che dopo cammini a gambe aperte per quanto ti senti pulito, rinfrescato, svuotato e abraso! Sensazione impareggiabile.
Il bidet in ufficio, poi, che novità è? Ma dove lavori, alla stazione? E i denti dopo la merenda te li lavi? E le mani dopo aver aperto più di tre porte te le lavi? E la faccia dopo il bacio bello-de-zia-quanto-mi-sei-mancato te la lavi?
Voi uomini, quanto siete schizzinosi!
ps. prova anche con l'amuchina gel, è micidiale contro germi e batteri, se poi prendi quella profumata al limone vale anche come antizanzare ;)

Spicy.Ginger.Ale ha detto...

questo è il terzo post sul bidet che leggo in 3 giorni... mmm... forse c'è un'epidemia nell'aria...
Tu ce l'hai pure in ufficio, io non ce l'ho manco a casa. Questi trogloditi anglofoni non capiscono cosa si perdono :(

N2O ha detto...

che uomo pulito che sei!
sarà come per i cavalli che appena vedono il camion per andare in gara si agitano e incominciano a evaquare a piu non posso :P

Melinda ha detto...

Spaidermen de noialtri, tutte a te succedono? Ahahaha!
Per fortuna sei atletico e lo hai potuto fare, io al massimo mi sarei spiaccicata al suolo come la zanzara che requia e riposa sotto la fotina di Doson nella mia camera romana.
Io torno a casa per pranzo e solitamente in ufficio non ho urgenze, ma se capita, nonostante anche da me ci sia un bidet (dell'anteguerra però) uso le salviettine intime :P
L'unico maschietto del piano? Mi devo preoccupare? :P

metiu (casalingo disperato) ha detto...

baol, no, sono un provetto idraulico: http://scappatodicasa.blogspot.it/2012/01/idraulici-disperati-non-dire-tappo.html
:)

coffegirl, free climber vorrei esserlo davvero ma in montagna mi limito a roccette per cacasotto. come ti scrivevo sopra, c’ho pensato ai colleghi ma sfortunatamente quel bagno lo uso solo io (sono l’unico maschietto del piano). e non ho ancora capito che cos’è l’amebiasi :)

maraptichina, grazie ma natale è lontano… anche dublino, per fortuna :)

cristina, cara addentatrice di crostatine, se mi presti la crema solare ti presto il mio shampoo per capelli ricci. anzi, te lo regalo: tanto li ho lisci. eh eh eh. sottoscrivo: viva il bidet in ufficio, soprattutto dopo certe riunioni

metiu, ignurant: l’amebiasi, ovviamente, è la malattia infettiva provocata dalla presenza dell’ameba nell’intestino. cosa t’ho fatto studiare a ffffà?!

debby, sì, ho un ricordo pessimo anche di parigi. cafè au lait ovunque e nemmeno un bidè. ansciantè :)

ape, i clienti che si mangiano tutto… mi hai incuriosito: che lavoro fai? hai una trattoria per quelli come me che non sanno cucinare e mangiano una volta al mese? ;)

black, è bello condividere anche questi momenti oltre che la passione per i nerazzurri. lo sciacquone? gesù, non ci voglio pensare… :)

pier, ti capisco, ne ho sofferto per anni. poi, non so dirti perché, ho scoperto che ogni cesso è paese (condizioni igieniche minime permettendo). ciao :)

valerie, mersìbocù, hai visto che atleta? avrai mie notizie da londra 2012: il bidè acrobatico è stato aggiunto come specialità olimpica :)

mdsl, sentivo la tua mancanza e ti chiedo scusa se sei stata riaccolta con un momento trash. un abbraccio :)

elle, no-no, non sono schizzinoso: faccio il bidè solo per sottrarre minuti al lavoro e mandare il malora il paese. ah, uso già chilly al mentolo come detergente intimo e conosco bene la sensazione, è un po’ come mettere il balsamo di tigre sulla lingua. impareggiabile. proverò l’amuchina al limone! :)

spicy, forse un’epidemia di squaraus? deduco che il lavoro del futuro è l’installatore di bidè nei paesi igienicamente in via di sviluppo :)

n2o, esatto. il mio capo mi fa proprio quell’effetto lì: nitrisco e scappo in bagno :)

melì, ma scierì, detta anche zanzara spiaccicata, forse volevi scrivere “spaidermerd”? eh eh eh. no, non ti devi preoccupare, che poi se ti preoccupi mordi! :p

metiu (casalingo disperato) ha detto...

ele, scusa, mi son perso. stavo cercando lo sgabello :) alto io? un'altra così e ti ingaggiano a zelig!
e vai di secchiate :)

CoffeeGirl ha detto...

Scusa la considerazione, e non me ne volere perchè stimo molto i tuoi scritti, ma questo è davvero un argomento di merda!
L'amebiasi? E' un'infezione, di solito a carico del fegato, dovuta alla contaminazione oro-fecale...
Si impara molto guardando Dr House :D
Ma non ci hai detto un particolare: il lavandino dopo l'hai disinfettato???

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Metiu, guardami:
se non fossi mio fratello TI AMEREI hahahahah!!!
Ho letto questo post ieri ed è da ieri che non riesco a smettere di ridere.
Mi verrai in mente ogni volta che farò un bidè o che mi laverò le ascelle hahahah!
Baci

ApeRegina ha detto...

"si mettono in bocca di tutto", gia', lavoro in un asilo :-)

Savannah ha detto...

son tornata e troppo felice di rileggerti ! mi mancava la tua classe nel raccontare gli avvenimenti della vita , con quell'ironia mai banale che solo tu sai esprimere !!!miticoooooooooooooooo !! bacini

gio ha detto...

è un problema, quando vado da mia figlia, in Francia il bidet è un sanitario qusi sconosciuto, devo arrangiarmi ,se sono in casa, in piedi su una sedia, altrimenti salviettine igeniche,ma mi manca l'acqua. Visto che sono in partenza, un consiglio me lo dai? ai francesi è inutile chiederlo, sono arrivata a pensare che loro non la fanno, Gio

Dammi la manina ha detto...

Um, il tuo ufficio trasuda del comfort. Io invece, che pure con l'incentivo marcuzzi senza un supporto cartaceo non produco alcunché, lavoro in un posto in cui è severamente vietato introdurre riviste nei bagni.
Buon ponte pure a te ;)

metiu (casalingo disperato) ha detto...

coffee, grazie per la stima (malriposta) e per la consulenza scientifico/telefilmica (anch’io amo il doc, ma ho smesso di seguirlo dalla serie in cui si è innamorato e fidanzato: il tramonto di un mito). no, non ho disinfettato il lavabo ma l’ho fatto sostituire da quelli del comitato scientifico. almeno li pago per qualcosa :)

greisuccia, questa si chiama intimità gemellare! a proposito di ascelle: ti ho mai detto che, essendo basso poco più di un metro e settanta, me le lavo nel bidè? baci :)

ape, fantastico e durissimo lavoro, ti stimo. pensa che domenica, a una grigliata con coppie che hanno figliato dei criminali in miniatura, ho tentato il suicidio chiedendo di essere grigliato al posto delle costine :)

savannah, che bello rileggerti. ti ringrazio di cuore, come al solito, e passo a trovarti rapidamiente :) baci

gio, magari se mi butto nell’export di bidè oltralpe è la volta che faccio la grana :) bon vuaiasg, allora, e a presto!

dammi la manina, ti consiglio di leggere un quotidiano sul telefonino: aiuta. in caso di occlusioni gravissime puoi tentare ilgiornale.it. personalmente preferisco morire soffocato con dieci chili di prugne secche :p

ApeRegina ha detto...

Ma no, per cosi' poco.... (dissi cosi' anche dek kinder bueno e saro' la prima a cui cadranno i denti)....
E comunque un dubbio mi attanaglia.... Cos'ha che non va il metro e settanta?

Ale-o ha detto...

Caro Metiu, questi del comitato scientifico sono veramente pesanti. Se decidi di eliminarli prendimi in considerazione. Su temi come quello di questo post sono forte!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

ape, il problema del metro e settanta(tre, secondo l'anagrafe) è che avevo velleità di giocare a basket in gioventù e mi toccava saltare come uno scemo per farmi valere. boing boing boing.
hai degli alunni alti un metro e settanta? :)

ale-o, stai pronto per l'ingaggio!

Granduca di Moletania ha detto...

Ho letto il post e ho riso molto, ma non ho capito una cosa : cos'è un bide ?

keiko ha detto...

Ciao metiu,
prendi in considerazione l'idea di abbandonare quell'ufficio al Bifidus e manda un curriculum come contorsionista alla signora Orfei: sembri dotato di ottime capacità!

Annastella ha detto...

Cassarola! Dopo l'andatura alla doc House, pure il super eroe.., mi ti metti a fa'?....e mica chesso' " la cosa" o "l 'uomo di gomma" nooooooooooooooooo L'UOMO RAGNO...mi fai...., agile, con quella tutina aderentissima che non lascia manco spazio alla fantasia, tanto e' aderente..( perche'.., tu., ce l'avevi , vero? ).....................gia' e' primavera, mo' hai scatenato le mie fantasie.., che stasera lo faccio fa' al 65.., ^_^ eeheheeheh , solo che...ehmm.., c'e' un piccolo problema.., ..se il 65 indossa la tutina aderentissssssimaa.... al limite puo' fa' "SUPERCIUK" ( aahahahhaahahah , ... da alan ford, per chi non sapesse)
ciauzzz

metiu (casalingo disperato) ha detto...

granduca esimio, una banda da me capitanata di venditori di sanitari per bagno porta a porta è in viaggio per la moletania.
avrete nostre notizie prima della terza alba.
con vivi ossequi
marchese delle schiscette

keiko, benvenuta e grazie per il commento. purtroppo ho già lavorato dagli orfei: cucinavo per gli elefanti, tutto al microonde come nel mio stile, e per un pasto ci volevano diciotto ore in media. mi hanno cacciato dopo tre giorni

annastella, ottio! (come dici tu) il 65 vestito da superciuk è un'immagine felliniana. grazie di esistere

ApeRegina ha detto...

alunni cosìalti no, però qualcuno mi sta superando :)

Valentina ha detto...

ma poi, ti sei asciugato con la carta igienica??? Non ti si sbriciolava????? oppure il tuo fantastico capo ha provveduto anche a degli asciugamanini usa e getta?????? Il mio a malapena ci da le salviettine per asciugare le mani e mi raccomando....non sciupatele!!!!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

valentina, un disastro: erano finiti i rotoloni e ho dovuto provvedere con le tende.
ho detto un'altra cazzata.
terribile il tuo capo: potremmo fagli conoscere il mio, secondo me s'intendono...

writer ha detto...

Che vita avventurosa

metiu (casalingo disperato) ha detto...

sì, sono il reinhold messner dei navigli.
ciao writer!