lunedì 13 settembre 2010

un uomo vero si vede dal marciapiede

seguendo qualsiasi forma di sport trasmetta la televisione, mi sono appassionato un po’ anche alle evoluzioni della pattinatrice carolina kostner. ma non è per questo che tempo fa, nel bel mezzo di un gelido inverno, mentre accompagnavo verso casa una fanciulla mi sono esibito in un tuffo carpiato con avvitamento su ghiaccio. tutto bello, sebbene involontario, a eccezione dell’atterraggio: l’impronta gelata che ho lasciato sul marciapiede era onesta ma abbastanza scomposta.
adesso che ci ripenso, in quel mese di gennaio sono scivolato ovunque, su strade, marciapiedi e nel bosco, senza limiti di tempo, di spazio e di spettacolarità. da solo o in compagnia. per fortuna che il mio fisico da intellettuale mi ha sempre permesso di cadere con stile e di rialzarmi con prontezza. che bello se diventasse trendy: esci con una ragazza e per impressionarla rotoli giù brutto dal marciapiede. a ibiza c’è gente che si butta nelle piscine dai balconi degli hotel (www.mefeedia.com/watch/32493404). si chiama balconing. e allora? vuoi mettere il coraggio che ci vuole a rialzarsi con dignità dopo il “marciapiedoning”?

2 commenti:

Maffie ha detto...

ahahahahahah grazie mi hai fatto scompisciare .... buona serata!!

metiu (casalingo disperato) ha detto...

... io quasi m'ammazzo e tu ridi?!?
grazie per la visita e per il commento
a presto ;)